Area Giappone: Koto con Mimi Machiya Ijyusho

Il koto è uno strumento musicale tradizionale giapponese a tredici corde, appartenente alla famiglia delle cetre.
Per suonarlo vengono pizzicate le corde utilizzando tre plettri (tsume) fissati al pollice, all’indice e al medio della mano destra.  

All’inizio il koto venne usato, per lungo tempo, solo presso la corte imperiale, ma grazie a Yatsuhashi Kengyō, grande strumentista del Seicento e autore di composizioni divenute classici per questo strumento, divenne pian piano accessibile alla popolazione.

A Naoniscon – Pordenone Games and Comics avremo l’onore di ospitare Mimi Machiya Ijyusho.

Mimi Machiya Ijyusho ha iniziato a suonare il koto all’età di sei anni, sotto la maestra Tanno e a 18 anni ha ottenuto il diploma di insegnante di koto, sotto il nome di Ijyusho, nome d’arte imposto dalla scuola.

In Italia ha suonato per una Televisione di Como nel 2006, si è esibita in diverse città – Roma, Milano, Carrara e Padova – in occasione dei Festival dell’Oriente, e ha tenuto concerti anche in Svizzera.
È un membro della Celtic Harp Orchestra di Como, con la quale ha avuto l’onore di suonare al Duomo di Milano nel 2011. Inoltre, ha tenuto un concerto, sempre a Milano, nella casa Giuseppe Verdi. 

L’obiettivo di tutte queste esibizioni è quello di far conoscere e portare la cultura giapponese nel mondo.


Area Giappone: Erikottero

Domenica 19 Maggio 2019 sarà ospite speciale nell’Area Giappone di NaonisCon Eriko Kawasaki, conosciuta dai più come ERIKOTTERO.

Eriko è una cantante e modella giapponese, diplomata in musica lirica e pianoforte. Volto noto agli appassionati grazie alla sua carriera tra Italia e Giappone e ospite delle più grandi fiere del fumetto in giro per il mondo.

Protagonista di spettacoli esclusivi, concerti, iniziative culturali e apparizioni televisive, Eriko è anche un’artista e youtuber eclettica e carismatica, tanto che i suoi video nel tempo hanno insegnato la lingua e le molte curiosità del suo paese ai moltissimi fan italiani del Sol Levante.

Oltre l’insegnamento, la musica rimane la sua passione come dimostrano i diversi album pubblicati in vari paesi e adora ballare tanto quanto destreggiarsi in disparati generi musicali come Jpop, Anisong o la musica elettronica.

Marco Tonus con Mataran

Allo stand Mataran di Naoniscon – Pordenone Games & Comics l’Associazione Creazioni Indigeste sarà presente con Marco Tonus.

Marco Tonus è un disegnatore satirico, illustratore e grafico, nato a Pordenone nel 1982.
Collaboratore di varie testate di carta e online (Cuore, Il Vernacoliere, Emme, l’Unità, Il Mucchio Selvaggio, Il Male, Scaricabile, La Privata Repubblica, Vice…), i suoi lavori umoristici, satirici e per l’infanzia sono stati pubblicati dagli editori Ediciclo, Shockdom e Salani

È stato tra gli autori della rivista Augnamagnagna agli inizi del 2000 e oggi, con David Benvenuto, è tra i curatori dell’a-periodico friulano Mataran

Premiato come miglior cartoonist in Italia e in Europa (Festival di Internazionale a Ferrara, Press Cartoon Europe in Belgio), partecipa e promuove diversi progetti editoriali pirata e autoprodotti.

Mataran

Mataran è una rivista di satira, umorismo e fumetti del Friuli Venezia Giulia, e presenta un nuovo progetto, le Matarane: coinvolgendo oltre 40 fumettisti, vignettisti e illustratori della regione hanno cercato di  reinterpretare, ognuno con il proprio stile, i classici semi di coppe, bastoni, spade e denari. 

Ne è scaturito un inedito mazzo di carte da briscola, completo di astuccio e integrato dalle biografie degli autori, cangiante e originale, stampato in tiratura limitata… da collezione!

Tra i 44 autori delle Matarane ci sono Altan, Davide Toffolo, Marco Tonus, Daniel Cuello, Gianluca Maconi, Paolo Cossi, Sara Colaone, Pia Valentins, Irene Coletto, Susanna Rumiz, Elisa Turrin e molti, molti altri. 

Imperdibile!