Adrian Fartade – Idee che divertono

Sabato 18 Maggio 2019 presso il PAFF (Palazzo Arti Fumetto Friuli), Adrian Fartade torna a Pordenone alle 15.30 con un’inedita conferenza dedicata a fantascienza e colonizzazione spaziale.

Youtuber e divulgatore scientifico

Classe 1987, nasce in Romania e si trasferisce in Italia nel 2002.
Si laurea in Storia e Filosofia all’Università di Siena, specializzandosi in storia della Scienza e in particolare Storia dell’esplorazione spaziale.

Nel 2009 inizia la sua avventura divulgativa con la piattaforma a tema astronomico Link2universe, seguita nel 2012 dal canale Youtube Link4Universe.

Adrian a NaonisCon 2016

Con oltre 160.000 follower è ormai una figura di spicco del panorama social italiano, nel suo lavoro unisce teatro e storia della Scienza. La sua più grande qualità è sicuramente la capacità di raccontare la scoperta dell’universo e i protagonisti della ricerca in modo coinvolgente e appassionante.

Sfruttando al meglio piattaforme digitali come Youtube, impossibile non citare le sue recensioni scientifiche ai maggiori successi del cinema e la rubrica mattutina AstroCaffé, in cui si propone di sensibilizzare i suoi follower sull’importante tema della ricerca scientifica.

Link 4 Universe

Su Youtube ha collaborato con l’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) e molti altri canali che si occupano in Italia di divulgazione scientifica.
Parallelamente ai mezzi offerti da Internet sfrutta la sua esperienza teatrale esibendosi in eventi dal vivo, in teatri, piazze, festival di scienza e fumetto e portando avanti progetti divulgativi nelle scuole.

In TV ha collaborato alla serie divulgativa C’è Spazio su Sat2000 e anche in radio è stato periodicamente ospite di TrioMedusa su Radio Deejay.

Nel 2018 pubblica il suo primo libro A Piedi Nudi Su Marte, seguito nel 2019 da Su Nettuno Piovono Diamanti, due libri, che con il suo inconfondibile stile, narrano la leggendaria storia della specie umana che alza lo sguardo alle stelle.

Stefano Conte con Volt

Stefano Conte, conosciuto come TheSparker, è un autore attivo nel mondo del fumetto dal 2007.

Pubblica sul web parodie come Noi Robot e L’Uomo Pigro, fino a creare Volt – Che vita di mecha, dove il protagonista è alle prese con i bizzarri clienti di una fumetteria.

A fine 2016 Volt diventa una serie da edicola, pubblicata da SaldaPress e tuttora in corso.

Andrea Artusi – Idee che divertono

Sabato 18 Maggio 2019 ore 17.00 presso il PAFF (Palazzo Arti Fumetto Friuli), Andrea Artusi sarà i protagonista di un’esclusiva conferenza, sviluppata in collaborazione con gli amici di Fanacea.
Parlerà della sua esperienza nel crowdfunding, in particolare per il progetto Fra Le Labbra e poi del character design legato al progetto Futuro SPA.

Disegnatore e sceneggiatore

Professionista, disegnatore e insegnante, debutta sulle pagine della narrativa per ragazzi pubblicata dall’editoria cattolica.

Negli anni ’80 collabora con lo Studio Metropolis di Luigi Bona a Milano pubblicando illustrazioni e fumetti per case editrici come Mondadori, Rizzoli e Universo. 

Ha lavorato nell’ambiente della moda, della pubblicità e delle produzioni televisive specializzandosi nel settore della Computer Grafica e vincendo due edizioni del premio Film Selezione nel 1990 e nel 1991.

Nel 1993 esordisce come disegnatore per la Sergio Bonelli Editore sulle pagine della testata “Legs Weaver” per poi passare a “Nathan Never”. È su questa testata che sperimenta, tra i primi in Italia, l’editing digitale e l’introduzione della retinatura elettronica. 

Assieme ad alcuni soci nello stesso periodo dà vita alla casa editrice indipendente Musa Edizioni, promotrice della manifestazione “Mestre a Strisce”. 
Con Davide Perconti pubblica per il Messaggero dei Ragazzi la serie umoristica “Il Rapper Mascherato”.

La collaborazione con la Sergio Bonelli Editore continua per la testata “Gregory Hunter” di cui disegna gli ultimi due numeri. Dal 2001 al 2004 ricopre il ruolo di direttore creativo del Dipartimento Comics & Illustration di Fabrica, il centro ricerche sulla comunicazione del Benetton Group. Con questo gruppo di lavoro dà vita al progetto “Ricarica Digitale” per la compagnia telefonica BLU, una CD-Card ricaricabile che contiene al suo interno “Alias” uno dei primi E-Comics apparsi sulla scena italiana. 

La tecnologia messa a punto per questa iniziativa in seguito verrà utilizzata per aprire il canale fumetto del portale internet di Telecom Italia “Rosso Alice”, per il quale cura la realizzazione dei fumetti digitali di “Diabolik” e “Nathan Never”. Sempre nell’ambito del progetto Telecom crea con Mirco Zilio e Davide Perconti “I Segreti di Lory”, un fumetto erotico digitale destinato anche alla diffusione in lingua francese. Questa iniziativa editoriale ha ricevuto nel 2005 la menzione speciale della giuria della manifestazione “PalinsestoItalia” sulle produzioni editoriali multipiattaforma.

Attualmente continua la collaborazione con Sergio Bonelli Editore sceneggiando e disegnando per testate come Dylan Dog, Dampyr e Martin Mystère.
Andrea è uno dei “mysteriani”, il collettivo di autori che ha dato vita alla collana “Le Nuove Avventure a Colori di Martin Mystère” di cui ha curato lo storyboarding dell’intera serie.

È stato co-curatore della collana di romanzi Young Adult della Casa Editrice Milanese. Infine è direttore creativo della crowdfunding agency Ingoal e community captain di Ulule, la maggiore piattaforma europea di finanziamento partecipato.

Fabio Valentini – Idee che divertono

Sabato 18 Maggio 2019 ore 17.00 presso il PAFF (Palazzo Arti Fumetto Friuli), Fabio Valentini sarà i protagonista di un’esclusiva conferenza, sviluppata in collaborazione con gli amici di Fanacea.
Parlerà del suo lavoro e del ruolo ricoperto nel progetto Steamgirls.

Disegnatore

Nasce in provincia di Reggio Emilia nel 1980 e frequenta prima l’istituto d’arte e poi l’accademia di belle arti a Bologna.
Inizia la pubblicazione di fumetti nel 2006 con la Coniglio Editore e nel 2013 esce la prima graphic novel: Storie di Eva.

Nel 2015 crea il suo primo webcomic “Zucco” e nel 2017 pubblica “Il vuoto intorno a Sandra”.

Parallelamente al fumetto porta avanti un percorso artistico pittorico e di street art, alternandoli costantemente, giungendo quasi a unirli in un solo stile.

Un Autobus di Nome Dennis

Acquistare uno dei tipici autobus double-decker rossi che popolano le vie di Londra dalla società inglese di trasporti, battezzarlo con il nome di un famoso personaggio della letteratura, portarlo in Italia e trasformarlo in una libreria viaggiante. Il Book Bus è questo. Un sogno, o meglio un’avventura, iniziata quasi per gioco da Simone e Sara.

Due librai itineranti, marito e moglie, che grazie a due successive campagne di crowdfunding, la seconda determinante su Ulule, sono riusciti far diventare questo sogno realtà per portare la cultura del libro in giro per l’Italia, dagli angoli più remoti della penisola alle grandi manifestazioni sulla letteratura sia scritta che disegnata.

Il Book Bus è omologato per la normale circolazione su strada in tutta europa ed è stato allestito per ospitare al suo interno sia attività espositive che di vendita, per le quali ha già assolto tutti gli obblighi di legge. L’esterno è stato allestito con, sul lato sinistro, due ledwall da 55 pollici rivolti verso l’esterno.

Un’iniziativa che ha trovato fin da subito in Relay, uno dei più grandi player a livello mondiale nel settore del travel retail, il sostegno necessario per potersi realizzare. Dennis ha iniziato il suo viaggio che durerà un anno intero con un tour che sarà caratterizzato da due importanti partnership.

La prima è il Booktrailer Film Festival, una manifestazione internazionale che mette in competizione studenti di 7 paesi europei che producono autonomamente i trailer dei libri che hanno scelto e letto assieme. Dennis è stato presente per tre giorni nella centralissima Piazza Vittoria ospitando una serie di eventi e incontri con autori.

La seconda è Bricola, il Festival del fumetto indipendente e autoprodotto promosso da WOW – Spazio Fumetto / Museo del Fumetto di Milano che è e giunto ormai alla quarta edizione di cui Dennis è padrino.

A NaonisCon grazie al Book Bus saranno infatti presenti le produzioni che hanno animato la recente edizione del 30 marzo scorso.